Esame di maturità, niente panico: ecco come affrontarlo al meglio

Tavolo con libri aperti sopra e sedie vuote intorno

Quando suona la campanella dell’ultimo giorno di scuola all’ultimo anno delle superiori, la mente di molti alunni non può che andare a quello che è un giorno fondamentale per la vita degli studenti di tutte le generazioni: l’inizio degli esami di maturità.

Sarò pronto abbastanza per affrontare le prove? Con la maturità finisce tutto? Cosa farò dopo?

Sono queste alcune tra le tante domande dei giovani studenti che si apprestano ad affrontare la maturità.

Abbiamo cercato di rispondere e tranquilizzare, anche intervistando insegnanti e studenti.

Tre articoli sulla maturità

All’interno degli articoli potrai trovare risposte a dubbi e preoccupazioni riguardanti il prima e il dopo gli esami di stato. 

Come affrontare gli esami di maturità?

Da generazioni l’esame di maturità rappresenta un banco di prova fondamentale e, come sempre, i risultati non dipendono solo dal giorno della prova ma soprattutto dalla preparazione e l’impegno con cui si è lavorato durante tutto l’anno e quelli precedenti.

Non lasciatevi spaventare dalla novità del “sistema a tre buste” introdotta nella prova orale. Anche in questo caso valgono gli stessi criteri utilizzati per la tesina, create collegamenti di senso, mantenete una visiona diacronica su tutto il programma e, soprattutto, utilizzate gli strumenti appresi nelle varie discipline per metterli a frutto.

Affrontare l’esame di maturità non solo con la giusta preparazione ma anche con lo spirito più adeguato è un primo passo per affrontarlo al meglio, in modo da non sciupare quella che è un’occasione di crescita e maturazione davvero importante per il proprio futuro.

Che altro aggiungere? Buona fortuna a tutti!